giovedì 9 ottobre 2008

liquore alla liquirizia

Questa ricetta partecipa alla raccolta di bicece.


Ecco la mia specialità, sto cominciando a prepararne quantità industriali per distribuirlo sui cestini natalizi, i miei amici ne vanno matti e chi lo prova non può più farne a meno...Liquore alla liquirizia

Difficoltà: media
Tempo: 1 ora


Ingredienti per 2,5 litri: 140 gr di tocchetti di liquirizia pura, 1400 ml di acqua, 800 gr di zucchero, 1 litro di alcool puro.


Preparazione: In un vaso grande di vetro (tipo bormioli da 1 lt per marmellate perchè deve resistere al calore) mettere la liquirizia (se preferite potete macinarla finemente) e 700 ml di acqua. Solitamente uso la marca di liquirizia saila perchè mi sembra migliore, ma qualsiasi altra marca va bene. Immergete il vaso in una pentola mezza piena di acqua (bagnomaria) con un panno di stoffa sul fondo per evitare che il contatto del vaso con la pentola possa rompere il vaso. Se non avete un vaso resistente usate una pentola e procedete sempre con il metodo a bagnomaria. Accendete il fornello a fiamma bassa e rimestate il contenuto del vaso con un cucchiaio di legno finchè i tocchetti di liquirizia non si sciolgono del tutto. Eliminate eventuali residui non sciolti o filtrate.

A parte preparate uno sciroppo facendo bollire qualche minuto 700 ml di acqua e 800 gr di zucchero.

Unite la liquirizia sciolta in acqua con lo sciroppo di zucchero e lasciate raffreddare. Quindi aggiungete l'alcool, mescolate, e imbottigliate. Tappate bene e tenete lontano le bottiglie da mariti e amici!!!

Il liquore si può bere subito, ma dopo 1 mese di riposo è molto più buono.

Questo è un liquore digestivo, ottimo dopopasto, e se ne mettete 2 cucchiai in mezzo litro d'acqua fresca naturale o frizzante è anche dissetante.

Confezionato in belle bottigliette, io uso anche bottigliette che poi possono essere utilizzate come oliere (come quella della foto), è un dono più che gradito.

Si conserva per più di un anno in dispensa, ma non farete in tempo a pensare alla scadenza perchè finisce sempre mooolto mooolto prima!

11 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

buono,ma la liquirizia pura è facile da trovare??questi sono ottimi regali da fare sopratutto per natale!!bravissima

laura ha detto...

grazie, la liquirizia pura la trovi nel reparto caramelle del supermercato, quella della saiwa per intenderci, ma attenzione che non abbia anche la menta, sono tocchetti neri di liquirizia, li vedi anche nella prima foto. ciao

laura ha detto...

ops...saila, non saiwa!!!

marisa ha detto...

Brava La liquirizia io la compero anche sciolta al mercato il venerdì a Pio x. Prova anche aggiungere mezzo bicchierino di Sambuca. Ciao

kristel ha detto...

Buono...l'ho provato per la prima volta l'estate scorsa in Sicilia e mi é piaciuto molto! Ma l'alcol puro lo compri al supermercato?

Mirtilla ha detto...

ho assaggiato tempo fa questo liquore e mi sono ripromessa spessa di prepararlo...adesso ho anche la ricetta!!!
un bacione ;)

laura ha detto...

Grazie Marisa proverò!
per Kristel: l'alcool puro si acquista nei supermercati, reparto liquori,solitamente è alcool a 95°.
Provalo Mirtilla, è uguale al liquore anima nera.
ciao

marisa ha detto...

Ciao per non restare indietro il nostro "vicino" usa la motosega da più di un'ora e non accenna a smettere. Buona giornataaaaaaa!!!!!!!!!!!!

laura ha detto...

Marisa: e penso che ne avrà per molto visto la montagna di legna che ha scaricato ieri sera! pensa che questa è solo la prima tranche! per scaldare un albergo al polonord quella lega basta 10 anni!pensa alla povera Tea che deve subirli tutto il giorno!!!!

Bicece ha detto...

Ciao Laura grazie per aver partecipato alla mia raccolta! Ti vorrei chiedere un favore, siccome per qualche oscuro motivo non carico bene il tuo blog (vedo tutto scritto minuscolo e spaginato) non è che potresti mandarmi una mail con le ricette e le foto?..ti lascio l'indirizzo mail: bicece@gmail.com

gioegio ha detto...

...non è il caso, piuttosto, di utilizzare la polvere di liquirizia pura Amarelli??Il risultato, in termini di qualità di prodotto ottenuto, è evidente: si scioglie meglio e da un sapore più qualificato.

www.saporidellasibaritide.it