mercoledì 13 agosto 2008

spinarolo in tegame

Ecco un pesce che piace anche ai bambini, veloce e gustoso, ma soprattutto senza spine! Nonostante il nome indichi il contrario questo pesce ha un'unica spina tonda centrale. Lo spinarolo in veneto viene anche chiamato cagnolo o palombo. Lo spinarolo è un piccolo squalo dal corpo slanciato ed esile che deve il suo nome alla presenza di spine situate davanti alle due pinne dorsali. Quando viene catturato si difende inarcando la schiena cercando di colpire con le spine; la puntura può essere dolorosa a causa di ghiandole velenifere alla base delle pinne. Lo spinarolo vive nel Mediterraneo e nel mare Adriatico Centro Settentrionale. Nel banco del pesce si trova già ripulito dalla pelle pertanto assomiglia molto ad un'anguilla.
Spinarolo in tegame

Difficoltà: facile
Tempo: 30 minuti

Ingredienti per 4 persone: 800 gr di spinarolo, 150-200 ml di passata di pomodoro, porro, cipolla, sale, pepe, olio extravergine di oliva, prezzemolo.
Preparazione: Tagliare il pesce a tranci. In un tegame preparare un soffritto con olio, porro e cipolla. Aggiungere i tranci di spinarolo e lasciar rosolare un paio di minuti. Aggiungere la passata di pomodoro, sale, pepe e lasciar cuocere con il coperchio per 15 minuti rigirando di tanto in tanto. Verso fine cottura aggiungere il prezzemolo. Servire con un contorno di fagiolini sbollentati in acqua salata e conditi con olio, sale e limone.

3 commenti:

Avvocato Matteucci ha detto...

OK

Avvocato Matteucci ha detto...

ok

VINCENZAMARE ha detto...

MOLTO BUONO:IO LO CUCINO COSì:SOFFRITTO CON OLIO EXTRA VERGINE D OLIVA E CIPOLLO ROSSA DI TROPEA E SPICCHIO AGLIO CON PELLICINA,SPINAROLO,VINO BIANCO E ALLA FINE PREZZEMOLO......IL TUTTO IN MENO DI DIECI MINUTI